Contapassi: caratteristiche e funzioni

Il contapassi è di per sé un oggetto piuttosto semplice, il cui senso è racchiuso nel significato stesso del suo nome: serve per contare i passi. In realtà, se si ragiona in modo approfondito sul suo funzionamento e si desidera avere un quadro il più possibile completo rispetto ai contapassi in circolazione sul mercato, la faccenda si fa più seria e complessa.
Si tratta infatti anzitutto di un oggetto iper tecnologico e in quanto tale subisce, nel bene e nel male, le evoluzioni e i cambiamenti che la tecnologia apporta nella vita quotidiana di tutti noi. Per questo non si limita a contare numericamente i passi che sono compiuti, ma addirittura è in grado di mantenere sotto controllo le funzioni del corpo e anche dello spazio. Il contapassi rivela quanta distanza ha percorso, a quale ritmo e andatura hai camminato e addirittura è in grado di capire se tu stia camminando o correndo. Come fa? Semplice, elabora dei dati che desume dalla pressione che il piede attua sul terreno.
Vi sembra un computer in miniatura? Non siete troppo lontani dalla verità. Si tratta proprio di un cervello elettronico che ha capacità incredibili quanto a calcoli e operazioni. Il design e la cura dell’estetica poi hanno fatto il resto. Il risultato è che oggi ci sono disponibili sul mercato dei contapassi che sono dei veri e propri gioielli non solo da un punto di vista della tecnologia che sfruttano per funzionare, ma anche della bellezza esteriore di linee e forme che presentano.
Non basta? Per i più esigenti poi il contapassi può diventare un vero e proprio supporto per ogni attività di fitness. Infatti ne esistono modelli che hanno una radio integrata: si tratta di apparecchi utilissimi per fare una corsa o una camminata a suon di musica, con il sottofondo musicale perfetto. Se invece siete dei patiti della salute e della forma fisica, vi conviene optare per un contapassi con cardiofrequenzimetro integrato.
Fonte: http://contapassi.org/